Ricerche di mercato, tendenze sensoriali, nuovi metodi e analisi di prodotti
 

La bottarga: l’oro di Sardegna

“La bottarga di muggine è un alimento di origini povere e antiche che in Sardegna vanta una tradizione secolare” spiega Maria Cristina Dore, responsabile R&D di Paideia, la società che recentemente ha ospitato a Cagliari un corso tenuto dal Centro Studi Assaggiatori. Questo prodotto dal sapore deciso, dai profumi forti e dalla grande persistenza aromatica è stato il protagonista e l’oggetto di studio del corso.

Denominato oro di Sardegna in virtù del suo colore simile al metallo antico, si sposta nella gamma dell’arancio arricchendosi di una piacevole lucentezza e omogeneità dei toni cromatici. Se nel vedere il letto di fettine ambrate adagiate sul piatto degli aperitivi lascia incerti, non si può restare indifferenti di fronte alla loro intensità aromatica.

“Compatta, morbida, piacevolmente lucida, riserva un caleidoscopio di note che vanno dal sapido allo speziato passando per i gusti cari ai pescatori e alla loro tradizione di pesce essiccato e fresco, crostacei e frutti di mare per giungere al vegetale tipico delle alghe care agli orientali anch’essi estimatori e produttori di bottarga”, prosegue la Dore.

Inconfondibile la persistenza amarognola che anche dopo l’assaggio continua a pervadere la bocca. Insomma, un filo dorato che unisce culture e gusti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.