Ricerche di mercato, tendenze sensoriali, nuovi metodi e analisi di prodotti
 

Davvero non vuoi diventare panel leader?

Panel leader è bello: guidare un gruppo di valutazione in analisi sensoriale è sicuramente emozionante. Ma non manca chi pensa che non gli serve, perché tanto lui un gruppo di giudici non ce l’ha. E’ una visione riduttiva di questa figura cardine dell’analisi sensoriale.

Diventare panel leader significa imparare a fare i piani sperimentali, a ricavare qualsiasi scheda possa occorrere anche per prodotti non ancora testati, a motivare e guidare i giudici, a elaborare i dati e interpretare i risultati. Il percorso che porta all’abilitazione di panel leader è l’unico che dà una visione esaustiva dell’analisi sensoriale impiegabile nella certificazione qualità, nella ricerca e nello sviluppo, in produzione e nel marketing. Ma c’è di più: il percorso offre nuove modalità di relazione con le persone e con le cose, perché in analisi sensoriale lo strumento utilizzato è per la stragrande maggioranza dei casi costituito da umani.

In questo periodo possiamo vedere i benefici della qualificazione anche in ottica occupazionale, soprattutto nelle industrie alimentari, sempre più chiamate dalle certificazioni Brc e Ifs ad avere personale in grado di svolgere test sensoriali. La qualifica di panel leader può essere di grande beneficio per il proprio curriculum, perché consente di soddisfare nuovi bisogni aziendali. Lo può essere per il dipendente, ma lo stesso vale per il libero professionista che acquisisce la capacità di formare gruppi di valutazione sensoriale (panel) o, per lo meno, di interloquire con competenza con le società esterne che svolgono questi servizi. Non pensiamo solo ai tecnologi, ma anche agli uomini di marketing che si trovano quotidianamente a considerare i risultati di costosi test sui consumatori.

E se pensate che la formazione sia lunga e onerosa siete fuori strada: le moderne tecniche didattiche consentono di fornire le competenze necessarie in 40 ore.

Siete ancora dell’idea di non diventare panel leader?

Un commento

  1. graziano comper

    Sono interessato a frequentare il primo corso disponibile di panel leader
    Sono un esperto in analisi sensoriale del miele e per trent’anni ho lavorato
    nel controllo qualità di un’industria per packaging alimentare.
    In attesa di informazioni per l’iscrizione , cordiali saluti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.