Ricerche di mercato, tendenze sensoriali, nuovi metodi e analisi di prodotti
 

Guida turistica e guida sensoriale: l’arte del narrare

Roma, un gruppo di turisti si accinge a visitare la chiesa di Sant’Ignazio. Qualcuno è curioso, qualcuno non vede l’ora di iniziare, qualcuno è disinteressato e aspetta solo la prossima meta: piazza di Spagna. Il piccolo stuolo varca quindi la soglia dell’edificio e inizia ad ammirare l’opera, ciascuno con il suo umore, ciascuno ricco delle sue esperienze. Non tutti hanno avuto una particolare formazione verso l’arte e i più vivono delle reminescenze liceali, anche se non mancano un laureato in Belle arti e persino un architetto. In molti avevano già sentito nominare questa chiesa perché fondata dall’ordine dei gesuiti, caro all’attuale Papa.

Immediatamente lo sguardo viene colpito dalle appariscenti quadrature di Andrea Pozzo, e forse solo il turista che ha la mente tra le acque della Fontana di Trevi non vi fa caso. Tra dipinti, riccioli e colonne tutti vagano quindi per la chiesa colpiti chi dai marmi, chi dagli ori. Giunge allora una guida turistica che suggerisce: dopo aver osservato i Pozzo, provate a guardare la cupola. Così poco appariscente, quasi nessuno l’aveva osservata. Anche chi passeggiava guardando le linee del pavimento alza allora lo sguardo e…quale allegria nello scoprire, solo tramite l’osservazione, che la cupola è in realtà un’illusione ottica: sì la cupola non esiste, è  dipinta.

La guida racconta allora tutto quello che si cela dietro la realizzazione della falsa cupola, della creazione delle quadrature del Pozzo e la storia della chiesa, dell’ordine e persino del Papa, fornendo informazioni e narrazioni precise e appassionate. Con un semplice suggerimento e un gioco la guida ha saputo così muovere la passione e l’interesse dei turisti che certamente mai scorderanno quella chiesa, tra le molte già visitate e che ancora vedranno.

Questo è ciò che fanno ogni giorno le guide turistiche in Italia e questo è ciò che fanno i Narratori del gusto, stimolando le persone alla scoperta sensoriale di prodotti e territori: esperti della percezione che stimolano il pubblico a scoprire ciò che caratterizza un prodotto e un territorio.

E questo faranno le 20 guide turistiche formate come Brand Ambassador a Roma dai Narratori del gusto e il Centro Studi Assaggiatori in un progetto organizzato dal Centro Servizi per i Prodotti Tipici e Tradizionali della Camera di Commercio di Roma. Nuovi narratori abili per professione a rendere partecipi gli interlocutori del mondo che li circonda, divertendoli e arricchendoli di preziose informazioni, che da oggi sapranno narrare non solo l’arte, ma anche la ricchezza dei prodotti del loro territorio. E chissà che non scoprano che il Pozzo impazzisse per l’abbacchio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.