Ricerche di mercato, tendenze sensoriali, nuovi metodi e analisi di prodotti
 

Coffee Bar Tasting & Testing: l’opportunità del confronto, il valore della ricerca

A Triestespresso, Conference Hall – Padiglione “Idrodinamica” dal 23 al 25 ottobre (10.00-18.00)

“Coffee Bar Tasting & ImageTesting” torna a Triestespresso per la seconda volta. Nel 2012 al grande banco di assaggio, organizzato da Fipe con la collaborazione del Centro Studi Assaggiatori e il patrocinio dell’Istituto Internazionale Assaggiatori Caffè, furono realizzati quasi 500 test per giornata, individuando modelli di qualità e tendenze di consumo.

“La qualità va testata, non solo per verificarne la validità, ma anche per meglio accompagnare le aspettative e le tendenze del mercato” – afferma Lino Stoppani presidente della Fipe, la più rappresentativa associazione nazionale dei pubblici esercizi (un universo di 300 mila imprese di ristorazione, caffè bar e intrattenimento) – che sottolinea: “il principio vale anche per il caffè, il prodotto più campionato del mondo, sottoposto ogni giorno al giudizio del più qualificato assaggiatore: il consumatore!”
Se da una parte Coffee Bar Tasting & Testing rappresenta per gli operatori, in particolare per i baristi, l’opportunità di fare un confronto sereno e avulso da pressioni commerciali tra molte miscele, dall’altra rappresenta l’ideale test per individuare i caffè che piacciono di più, ma anche quali sono e come mutano le abitudini di acquisto e di consumo correlate alle caratteristiche sociali e culturali del fruitore.
“Coffee Bar Tasting & Testing si svolge secondo il modello Stratus Tasting, perfezionato in oltre 15 anni di impiego in Italia, Regno Unito, Germania, Taiwan, Giappone, Corea, Cina e Brasile” – dice Luigi Odello presidente del Centro Studi Assaggiatori e dell’Istituto Internazionale Assaggiatori Caffè. E aggiunge: “Lo storico generato è di oltre 70.000 test e questo consente di rilevare i desiderata sull’Espresso Italiano presso le diverse culture, ma anche di verificare come mutano le tendenze.”
Così anche nell’edizione 2014 di Triestespresso gli operatori avranno la possibilità di fare un confronto sereno tra diverse miscele seguiti dagli assaggiatori dello Iiac nell’uso di un metodo particolare e i risultati ottenuti, costituiranno un nuovo importante elemento per individuare la via del successo nella caffetteria. Image

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.