Ricerche di mercato, tendenze sensoriali, nuovi metodi e analisi di prodotti
 

Amira: l’alta professionalità nell’accoglienza

ImageIl nostro mondo è alla ricerca dell’eleganza nell’accoglienza, non solo nei grandi alberghi, ma anche nei ricevimenti in casa. E i maitre sono da sempre i maestri del bon ton. Non solo abili organizzatori, registi impeccabili nelle strutture dedite all’ospitalità (dagli hotel agli yacht, dalle residenze di lusso alle navi da crociera) e fantasiosi creatori di scenari conviviali, ma anche custodi di quei codici un po’ smarriti dalla società attuale che comincia a risentirne il bisogno.Sotto questo punto di vista l’affollato congresso che l’Associazione Maitre Italiani Ristoranti e Alberghi ha tenuto a Montegrotto terme rappresenta un punto di svolta per questo sodalizio che veleggia perso i 60 anni detenendo il primato tra tutte le associazioni del genere in Italia. Sono 3.000 e con il passare del tempo hanno fondato delegazioni anche all’estero, veri ambasciatori del nostro saper vivere.

Durante l’assise sono stati presentati i nuovi percorsi formativi e una prima bozza del progetto 2015 che vedrà i maitre impegnati nella docenza ai giovani che intraprendono questa carriera, ma anche consulenti di tutte le unità dedite all’accoglienza di turisti e viaggiatori, nonché di quanti vogliono riappropriarsi dei codici sociali per fare bella figura, per dare un tocco di classe al ricevimento di ospiti.

Ma non solo: a Riva del Garda, dal 25 al 28 gennaio, durante Exporivahotel, l’Amira svolgerà le semifinali del Maitre dell’anno 2015 e vuole circondarsi di produttori di eccellenze italiane, segno tangibile di un nuovo corso in cui vuole essere protagonista visibile della crescita dei nostri territori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.