Ricerche di mercato, tendenze sensoriali, nuovi metodi e analisi di prodotti
 

Cercate una buona idea per vendere di più?

http://www.assaggiatori.com/blog/index.php/tag/angela-cossu/Se pensate di trovarla nella vostra testa vi sbagliate. L’ha detto Andrea Bariselli al corso di Neuromarketing tenuto venerdì 23 gennaio a Villa Fenaroli in una prestigiosa sala gremita da un centinaio di imprenditori, comunicatori e professionisti dell’ospitalità. Questa disciplina, che ibrida le conoscenze proprie delle neuroscienze con quelle del marketing, pare essere una chiave importante per affrontare le difficoltà della nostra epoca proprio perché non guarda solo al consumatore, ma induce a un cambiamento di schema a livello psicologico generando di fatto un nuovo approccio al mercato.
Cristoforo Colombo ebbe a dire che non si potrà mai attraversare l’oceano se si ha paura di perdere di vista la riva e Bariselli, usando questo concetto, ha dimostrato che alcun problema è risolvibile se l’attenzione si sofferma su di esso anziché sulla soluzione. Sensory branding, marker sensoriali, priming, storytelling non sono solo parole mutuate dall’inglese per dare una nuova veste a concetti antichi, ma metodi innovativi per relazionarsi con i clienti.
Insomma, la buona idea per vendere di più non risiede nella vostra testa, ma vi può essere portata mediante le nuove tecniche mutuate dalle neuroscienze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.