Ricerche di mercato, tendenze sensoriali, nuovi metodi e analisi di prodotti
 

Il sale nel caffè, per dimagrire cinque chili in cinque giorni

IMG_4174-mediumForse ci sarebbe voluto un titolo del genere per attirare qualche decina di giornalisti in più al grande workshop organizzato da Istituto Nazionale Espresso Italiano e dall’Istituto Internazionale Assaggiatori Caffè a Milano, ospiti di Nctm. Ma non se ne è sentita la mancanza, perché l’aula del prestigioso studio legale era gremita di bella gente che per l’intera mattinata si è focalizzata sul tema Espresso Italiano: verso nuove conquiste, sotto il segno della qualità.
Sette relatori, coordinati da Paolo Nadalet e Barbara Chiassai, rispettivamente presidente e vicepresidente Inei, sono intervenuti dopo il saluto di Vittorio Noseda, managing partner di Nctm, mettendo in evidenza come oggi sia possibile accertare le origini del caffè crudo, usare nuove tecniche di analisi a basso costo per acquistare un prodotto della qualità desiderata, trasferire la conoscenza per avere clienti migliori, affrontare il mercato cinese, monitorare le condizioni di trasporto, vivere le nuove iniziative di Koelnmesse, fare la pubblicità attraverso i barter.
Insomma: una serie di chicche sul nuovo di oggi per consentire al mondo di caffè una crescita dentro – e soprattutto – fuori dai confini nazionali, per rendere le imprese Inei sempre più competitive sul mercato e mantenere gli assaggiatori Iiac sempre aggiornati.
Le sintesi delle relazioni possono essere richieste a info@assaggiatori.com.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.