Ricerche di mercato, tendenze sensoriali, nuovi metodi e analisi di prodotti
 

Diventare giudice di analisi sensoriale

shutterstock_24790606Avete mai provato a guardare il paesaggio attraverso la feritoia di un castello? Per quanto bello sia dopo un po’ vi stizzite, perché ne vedete solo una parte e quando vi spostate ne vedete un’altra, ma perdete la prima. E che vi succede quando si appanna il parabrezza dell’auto? Vi affaticate molto di più a guidare, perché non cogliendo i particolari aumenta la paura di compiere una manovra sbagliata.
Per una persona normale la vita è così: fatta di dettagli e di cose sfuocate. Per un giudice di analisi sensoriale addestrato la questione è molto diversa: impara a scansire la realtà mettendo insieme i particolari in una visione di insieme, nitida e profonda, perché conosce i meccanismi con i quali il cervello elabora gli stimoli, anche quelli meno consci, quali gli olfattivi.
Un tempo – e ancora oggi – c’era chi, per fare analisi sensoriale, andava a cercare persone dotate di particolare sensibilità misurandola con estenuanti test. Con il progredire della disciplina ci siamo accorti che nella generalità le persone sono naturalmente superdotate, solo che nella loro vita non hanno mai aperto il manuale delle istruzioni e poco alla volta hanno perso gran parte delle loro facoltà. Altrimenti come si spiegherebbe che i bambini sono molto più bravi degli adulti a identificare percezioni?
Con il corso di giudice addestrato non si insegna alla gente qualcosa di nuovo, la si aiuta solamente a riscoprire qualcosa che possiede naturalmente utilizzando sostanzialmente due vie: il trasferimento della conoscenza della psicofisiologia e l’esperienza diretta mediante sette esercitazioni.
Non di rado, durante le interviste, i giornalisti ci chiedono se essere giudice addestrato può costituire una professione. Inutile creare illusioni, di fatto non esistono (o quasi) gli assaggiatori di professione, ma per molte attività esserlo costituisce un vantaggio competitivo e, per tutti gli umani, significa migliorare la qualità della vita.
Per questo il 3 maggio si svolgerà a Brescia un corso da giudice addestrato.

Per informazioni: info@assaggiatori.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.