Ricerche di mercato, tendenze sensoriali, nuovi metodi e analisi di prodotti
 

Il lusso aumenta il piacere o il piacere è un lusso?

latteria-sociale-valtellina-maurizio_optEntrambe le cose, come è stato dismostrato durante il Festival di Altroconsumo a Milano dove 391 consumatori attenti e critici si sono cimentati nell’assaggio di quattro formaggi della Latteria Sociale Valtellina di Delebio (SO) nel gioco delle Olimpiadi del formaggio dei Narratori del gusto.
Avevano a disposizione una scheda con due podi formati dalle classiche tre posizioni e, dopo aver apprezzato i prodotti, dovevano sistemare tre formaggi sul podio del piacere e tre sul podio del lusso. In entrambi, al primo posto, hanno sistemato un Valtellina Casera DOP oltre 10 mesi di indiscutibile valore.
Formulare ipotesi sulla motivazione non è difficile: un formaggio stagionato con una forte identità e una pari armonia gusto/olfattiva non poteva trovare collocazione diversa. Ma la sorpresa arriva con il secondo classificato, il Piattone, un formaggio fiorito di appena trenta giorni dotato di un’eleganza fuori dal comune. Qui è difficile che abbia giocato un ruolo l’assioma “più è vecchio più è prezioso”, quindi è stato il piacere a farlo posizionare al secondo posto anche sul podio del lusso. Possiamo quindi convenire sul fatto che il piacere è un lusso che tutti i consumatori sanno riconoscere. Ne vogliamo prendere atto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.