Ricerche di mercato, tendenze sensoriali, nuovi metodi e analisi di prodotti
 

Inganno è figlio della disattenzione

grondonaL’attenzione interna è in rapida discesa nella nostra società: rincorriamo l’efficienza riempiendo la nostra vita con mille cose, solo così ci sentiamo vivi. Poi ci abbandoniamo in chat fatte di parole raffazzonate e smezzate, gestiamo le mail mentre parliamo con altri, senza mai perdere di vista i social, oggi fonte dei gossip più intriganti.
Piano piano la nostra mente si abitua a usare solo i canali mediati (vista e udito) cogliendo solo gli stimoli a effetto. Così, quando ci vengono proposte eccellenze che richiedono il sapiente uso di olfatto, gusto e tatto non siamo più in grado di farci emozionare perché non sappiamo identificare ingredienti e maestria di preparazione. Una bella dimostrazione di quanto stiamo affermando ci deriva da 134 consumatori curiosi che al Festival di Altroconsumo si sono prestati ad assaggiare il Lagaccio e il Biscotto della salute del celebre Biscottificio Grondona, entrambi realizzati con lievito madre il cui ceppo originario risale al 1820, il vero autore del suo prezioso bouquet.
A tutti è stato richiesto di indicare su una lista di ingredienti quali erano presenti nel primo e quali nel secondo. Ben il 61% ha dichiarato la presenza dell’olio nel Lagaccio anche se non c’è, e il burro nel Biscotto della salute seppure assente, ma la cosa più bella che quasi i due terzi dei convenuti hanno indicato la percezione di bacche di vaniglia benché entrambi i prodotti non contengano questo ingrediente. Ed ecco spuntare un altro assioma: quando degustiamo qualcosa davvero buono lo associamo facilmente a qualcosa che consideriamo buono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.