Ricerche di mercato, tendenze sensoriali, nuovi metodi e analisi di prodotti
 

Francesca Pucciarini: più di una tazzina

L’Espresso Italiano è un rito che nel Bel Paese siamo abituati a celebrare più volte al giorno. All’estero la frequenza è di gran lunga inferiore, ma sempre più sta diventando uno status symbol, un atto che assume un valore sociale e non di rado comunica una cultura e una possibilità di spesa superiore alla media. In questo contesto quanto affermiamo in termini sensoriali deve essere riscontrato dal consumatore, pena la delusione e l’abbandono del prodotto.
Ed ecco Enfasi una tazzina studiata per mettere in evidenza attraverso l’olfazione diretta la complessità della miscela e la maestria della scelta dei caffè e della tostatura. E’ quanto ha realizzato Francesca Pucciarini, con il supporto del Centro Studi Assaggiatori e dell’Istituto Internazionale Assaggiatori Caffè, per la sua tesi di laurea specialistica discussa al Politecnico di Milano meritando il 110 con lode. Relatore Francesco Zurlo, correlatori Vincenzo Cristallo e Luigi Odello, il lavoro di Francesca fa della tazzina il simbolo di un nuovo network di locali in cui l’Espresso Italiano assume una centralità polisensoriale: non solo lo strumento esalta i profumi del caffè consentendo di cogliere le sfumature come si trattasse di un grande vino, ma ben compendiata da un piattino particolare, un coperchio elegante e un cucchiaino innovativo, annuncia un momento importante.
Come dire: se il mondo vive di apparenze facciamo in modo che queste siano sostanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *