Ricerche di mercato, tendenze sensoriali, nuovi metodi e analisi di prodotti
 

Grondona celebra 200 anni di attività

Duecento anni d’impresa proponendo e realizzando prodotti d’eccellenza. Alla guida dell’azienda siedono i fratelli Orlando, amministratore delegato, e Gildo Grondona, presidente, quinta generazione al timone della ditta, e la sesta composta da Francesco, Andrea e Massimiliano è già sul campo da anni.
La storia dell’azienda ha inizio nella prima metà dell’ottocento dove si partì con la produzione di pasta. Solo qualche anno dopo si determina la nascita della ditta, segnata dalla produzione del biscotto della salute, una sorta di fetta biscottata. Al fondatore risale anche la raccolta di ricette che ha fatto la fortuna dei suoi dipendenti. Queste sono riunite in un quaderno che contiene i segreti sulle tecniche di impasto, di cottura e di mantenimento del lievito madre che viene usato tutt’oggi. La prima diversificazione dei prodotti arriva a cavallo tra ottocento e novecento con l’avvio della produzione dei biscotti Lagaccio, dei canestrelli, del pandolce Antica Genova e del pandolce genovese.
L’azienda oggi ha 35 dipendenti e controlla anche altri marchi tra cui Bonifanti, sita nel territorio piemontese e produttrice di panettoni e colombe, Duca d’Alba per la vendita al dettaglio specializzato e la torrefazione Bocchia con i suoi bar. Il brand Grondona è presente nella Gdo, in quattro negozi di proprietà e in veri atelier del gusto, in Italia e all’estero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.