Ricerche di mercato, tendenze sensoriali, nuovi metodi e analisi di prodotti
 

Il bar lo apro lo stesso, con il conforto della prova

Va da sé che le regole per contrastare Covid 19 sono tante e depressive per il lavoro di bar e ristoranti, ma Brescia, si sa, ama le sfide, non gli azzardi.
Così si sono messi insieme il gruppo spontaneo #chiusiperbrescia, la Prefettura della città – che, con l’intervento del capo di gabinetto Simeone è stata attivissima nella gestione della crisi – e l’Istituto Espresso Italiano per la parte tecnico scientifica, per fare, domenica 17 maggio, una prova generale di apertura in due bar molto diversi tra loro e in un ristorante, come potete vedere nel video Ansa di cui al link.
Ma ecco le parole del presidente dell’Istituto Espresso Italiano Luigi Morello: “La prova ha avuto esito positivo dimostrando che con la collaborazione fattiva di pubblici esercenti, autorità e cittadini è possibile gestire un flusso di clienti che è sicuramente ridotto rispetto al normale ma comunque consistente. Il tema centrale rimane comunque la responsabilità di tutte le parti in causa. L’obiettivo di tutto il settore deve essere preservare il bar come momento di condivisione e di costruzione del tessuto sociale. Abbiamo lavorato a fianco della Prefettura per diverse settimane per giungere a queste simulazioni e siamo soddisfatti di avere reso un servizio alla collettività. Continueremo a collaborare con la Prefettura anche nelle prossime settimane per affinare il modello e continuare a dare spunti a livello nazionale per una nuova operatività dei bar.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *