Ricerche di mercato, tendenze sensoriali, nuovi metodi e analisi di prodotti
 

L’olfatto entra nella realtà virtuale

C’è un aspetto importante che manca alla realtà virtuale così come la conosciamo ed è il coinvolgimento del senso dell’ofatto. La tecnologia dei caschi #VR può simulare la vista, il suono e il senso del movimento, ma l’aggiunta dell’olfatto aiuterebbe a stimolare i ricordi e le esperienze emotive, rendendo l’esperienza ancora più reale.

Questo gap è stato colmato dalla startup OVR Technology che ha creato un dispositivo contenente fiale di essenze diverse da collegare a un visore VR. Quando l’utente interagisce con un oggetto del mondo virtuale collegato a un profumo, una piccola carica elettrica induce il rilascio della fragranza corrispondente.

Per anni le case di produzione cinematografiche hanno cercato invano di incorporare profumi in TV e film, sarà probabilmente la piattaforma personalizzabile della realtà virtuale la nicchia giusta per poter estendere i sensi coinvolti e rendere l’avventura nel mondo digitale ancora più immersiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.