Ricerche di mercato, tendenze sensoriali, nuovi metodi e analisi di prodotti
 

Nocciola Piemonte Igp delle Langhe – Dall’eccellenza sensoriale all’Accademia della Nocciola

Giovedì 28 ottobre al Castello di Grinzane Cavour una giornata speciale, di importanti confronti tra Accademie del Gusto Italiane e operatori di eccellenza nei settori della pasticceria, gelateria, cioccolateria e ristorazione, oltre a produttori della filiera corta, amministratori, studenti e docenti.
La giornata ha visto, durante la mattinata, il workshop dei Narratori del gusto con la partecipazione di prestigiose realtà italiane del settore enogastronomico che si sono confrontate sul futuro delle Accademie, intese come Case del Sapere, strategiche per creare approfondimenti, formazione e conoscenza.
Il pomeriggio è proseguito con il seminario di analisi sensoriale, in collaborazione con il Centro Studi Assaggiatori, che ha previsto la degustazione e l’approfondimento delle caratteristiche di Nocciole di diverse provenienze, dedicato a Narratori e operatori di settore.
È stata poi la volta del convegno Nocciola Piemonte IGP delle Langhe – Dall’eccellenza sensoriale all’Accademia della Nocciola, momento clou della giornata che ha visto, oltre ai saluti istituzionali, gli interventi di qualificati operatori dei settori commerciale e promozionale che hanno confermato quanto la nocciola prodotta sulle nostre colline sia Un’eccellenza che supera ogni confronto e riflettere sulle migliori strategie di promozione e commercializzazione.

In video il riassunto della giornata.

Alberto Cirio – Presidente della Regione Piemonte, intervenuto in collegamento, ha rimarcato l’importanza di dover caratterizzare sempre di più le nocciole con il luogo da dove provengono partendo con convinzione con il progetto “IGP delle Langhe”.

Flavio Borgna – Presidente dell’Ente Fiera Della Nocciola e Prodotti Tipici dell’Alta Langa, ha ribadito quanto il legarsi al nome “Langhe”, riconosciuto in tutto il mondo come simbolo di eccellenza enogastronomica, sia l’unica strada per garantire alla nocciola e al territorio dell’Alta Langa, con le numerose piccole attività di trasformazione nate negli ultimi anni, un futuro positivo, attraverso attività di promozione e valorizzazione che portino all’ottenimento di prezzi adeguati alla qualità del prodotto.

Elisabetta Grasso – Direttore del Consorzio Turistico Langhe Monferrato Roero, ha sottolineato l’importanza di questo lungo weekend dedicato alla Nocciola nel contesto della Fiera del Tartufo, nel fine settimana più gettonato di tutta la storia turistica del nostro territorio. Un’occasione di grande evidenza, con 160 negozi del centro storico di Alba che hanno addobbato le loro vetrine a tema nocciola, i ristoranti che la propongono nei migliori abbinamenti sia dolci che salati, e esperti di settore di alto livello che hanno partecipato al Convegno per raccontare il loro utilizzo nei settori della gelateria, pasticceria e ristorazione, sapendone valorizzare la sua eccezionale unicità.

Luca Ferrua – Direttore Gruppo Editoriale GEDI – ilGusto.it, moderatore dell’evento, ha dichiarato quanto le cose più importanti da raccontare nel mondo del cibo, quelle che fanno la differenza, siano le persone e i territori e le Langhe, sotto questo aspetto, sono uno dei luoghi più straordinari del pianeta”.

Luigi Odello – Presidente del Centro Studi Assaggiatori, nell’illustrare i risultati degli studi scientifici realizzati confrontando nocciole di provenienze diverse, ha dimostrato le caratteristiche superiori della Nocciola Piemonte IGP delle Langhe che presenta un profilo sensoriale dalla grande complessità aromatica esprimendosi, nei prodotti artigianali di eccellenza, con grande potenza, profondità e perfezione.

Roberto Carcangiu – Presidente Associazione Professionale Cuochi Italiani in collegamento, ha raccontato quanto questa nocciola sia un ingrediente prezioso per nobilitare le ricette dei grandi chef, da proporre negli abbinamenti sia dolci che salati.

Claudio Grigoletto – Presidente dell’Accademia Gelato Italiano, ha raccontato quanto la nocciola rappresenti il prodotto più importante per il settore delle gelaterie e come utilizzare la Nocciola Piemonte IGP delle Langhe possa fare la differenza, quale grand-cru che esprime eccellenza. Ha inoltre annunciato l’appuntamento di dicembre, a Padova, dell’Accademia del Gelato, rivolto a tutte le gelaterie d’Italia, in cui sarà trattato il tema Nocciola, evidenziando le caratteristiche superiori della “Piemonte IGP delle Langhe” quale prodotto di eccellenza da trasmettere al consumatore.

Giuseppe Fabbri – Presidente Sweet Academy, ha raccontato quanto la Nocciola Piemonte IGP delle Langhe sia risultata la migliore in tutte le loro sperimentazioni, e quindi scelta quale ingrediente fondamentale per la creazione di dolci di eccellenza, in particolare per i baci di dama e la glassa del panettone. Ha sottolineato inoltre quanto i loro prodotti abbiano un prezzo alto, a caratterizzare una qualità che, se costa di più, ne fa percepire un maggior valore.

Massimo Giordani – Presidente Associazione Italiana Sviluppo Marketing, ha evidenziato quanto gli strumenti digitali siano un veicolo di straordinario per comunicare l’eccellenza sensoriale del prodotto, già molto condiviso sui social e ricercato sui principali motori di ricerca, soprattutto all’estero.

Giovanni Battista Mantelli – Direttore Commerciale e anima creativa di Cioccolato Venchi, ha raccontato la storia e l’evoluzione di un’azienda storica che, da sempre, utilizza la Nocciola del Piemonte e, negli ultimi anni, la Nocciola Piemonte IGP delle Langhe, quale simbolo di eccellenza e di legame con il territorio. Una realtà dolciaria straordinaria, dove gli artisti del cioccolato lavorano i migliori prodotti della terra e di una natura generosa in grado di offrire meravigliose esperienze di gusto, se tutelata e rispettata.

Giuliano Viglione della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo e il vice presidente della Regione Piemonte Fabio Carosso, da sempre sostenitori delle iniziative di valorizzazione realizzate dall’ente, hanno chiuso il pomeriggio sottolineando quanto la nocciola rappresenti un prodotto strategico per il Piemonte e per le nostre colline.

Un vivace dibattito che, partendo dai risultati degli studi scientifici, ha illustrato come questo frutto pregiato, dal sapore delizioso, che nasce e cresce in una terra unica e generosa di prodotti d’eccellenza, con un profilo sensoriale complesso e privo di difetti, rappresenti l’ingrediente ideale per pasticcerie, gelaterie, cioccolaterie e ristoranti di eccellenza in Italia e nel mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.