Ricerche di mercato, tendenze sensoriali, nuovi metodi e analisi di prodotti
 

Una bistecca di elefante

Si preparino gli assaggiatori di carne, perché tra non molto potrebbero trovarsi a dover valutare tagli inediti, come bistecche di tigre, zebra, elefanti, leoni, alci, pantere e altre. No, non si sta aprendo una nuova stagione di caccia grossa, quanto di prendere confidenza con le proposte della carne coltivata in laboratorio dopo avere prelevato un frammento di tessuto dagli animali che abbiamo citato. Quando riusciremo a fare questa esperienza? I produttori promettono tra non molto e si stanno già relazionando con ristoranti stellati di Londra, poi è probabile che non tardi ad arrivare da noi. Altro che manzo e pollo ottenuti allo stesso modo che avevano già instillato più di una perplessità nei consumatori. Tutto sta a capire a quali prezzi verranno proposti questi tagli inediti e, non da meno, quale profilo sensoriale evidenzieranno. Dalle prime indiscrezioni pare che gli animali feroci abbiano una carne particolarmente ricca di amminoacidi e quindi fortemente caratterizzata dall’umami.

Luigi Odello

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *