Ricerche di mercato, tendenze sensoriali, nuovi metodi e analisi di prodotti
 

International Academy of Sensory Analysis all’Internet Festival di Pisa, ottobre 2022

Da tempo all’interno di Iasa ci stiamo interrogando sul ruolo che le emozioni giocano sia durante le degustazioni tecniche sia in cotesti più ricreativi e su come misurare questo ruolo allo scopo di comprendere meglio i meccanismi psicofisiologici che necessariamente guidano le scelte dei consumatori.
L’obiettivo è senz’altro ambizioso e di non banale risoluzione, ma proprio per questo appare degno di interesse. In questa sfida possono venirci in aiuto moderni sensori e applicazioni che fanno parte sempre più della nostra quotidianità per fornirci un monitoraggio continuo del nostro livello di benessere, nell’illusione che questo possa aiutarci a raggiungere, se non la perfezione psicofisica, quantomeno la serenità della coscienza pulita per il solo fatto di averci provato.

Con queste premesse il giorno 8 ottobre Iasa sbarcherà all’Internet festival di Pisa, una manifestazione di risonanza internazionale che quest’anno è dedicato interamente all’Imperfezione.
Proporremo un context dal titolo “Imperfezioni emozionali” in cui proporremo ai partecipanti la degustazione di vini con palesi difetti e vini in cui il potenziale difetto in realtà è contestualizzato in un quadro di complessità al punto di rappresentarne la caratteristica distintiva indice di qualità elevata. Il tutto accompagnato da musica jazz live.
Nel corso di questa esperienza immersiva e totalizzante si impiegheranno sensori indossabili di varia tipologia e questionari da compilare al momento per misurare l’impatto emotivo prodotto sul pubblico dai prodotti degustati e dal contesto complessivo.

In questo caso specifico le domande a cui proveremo a dare una risposta saranno:

  • Quanto la perfezione genera emozioni?
  • Ambire a un mondo perfetto è veramente la chiave per la felicità oppure sono le imperfezioni ben riuscite che suscitano le emozioni più forti?

Tutto questo non sarebbe possibile senza il supporto di due aziende vitivinicole (Fattoria La Vialla, Arezzo e Villa Le Prata, Montalcino) che si metteranno in gioco con i loro vini di elevatissima qualità.

Per maggiori informazioni.

Francesca Venturi
francesca.venturi@unipi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *