Perché non diventare degustatore di caviale?

| 0 commenti

IMG_0154Per molti il caviale non necessita di valutazione sensoriale, né di essere raccontato. Basta avere le tartine al buffet, per nobilitarlo, o farsi vedere ad aprire con nonchalance una scatoletta delle preziose uova di storione per darsi un tono, visto che comunque il prezzo si aggira sui 2/3 euro al grammo.
Per Mario Pazzaglia, direttore alla ricerca e sviluppo di Agroittica, che di caviale è uno dei maggiori produttori al mondo, non è così. Narratore del gusto convinto, fare una degustazione con lui è un privilegio, perché del caviale ti racconta proprio tutto, aiutandoti a scoprire le note di nocciola e di tuorlo d’uovo, portandoti con l’immaginazione nell’allevamento per correlare quanto percepito alla specie, al peso e all’alimentazione dello storione.
Perché pare che pure l’acqua abbia la capacità di conferire particolari note aromatiche generate dall’ambiente e in particolare dalla vegetazione. Ecco quindi la possibilità di raggiungere il terzo livello del piacere.
Certo, non tutti possono permettersi una degustazione con Mario Pazzaglia, i più continueranno a consumare caviale purché sia caviale, ignari che si può trovare quello eccellente in una varietà di note aromatiche davvero impressionante.

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.