Anno da record per i distillati Mazzetti d’Altavilla

| 0 commenti

Il 2019 è l’anno record di riconoscimenti (ben 17 medaglie e 4 prodotti finalisti) per Mazzetti d’Altavilla.
Un primato che accompagna in questi giorni il brindisi natalizio della sesta e settima generazione della famiglia Mazzetti e dell’intero team che, dal quartier generale in cima alla collina di Altavilla Monferrato, festeggia il top year!
Sono infatti 17 le medaglie ottenute ai principali concorsi nazionali e internazionali dedicati agli spirits ai quali si aggiungono le selezioni di altri quattro distillati a marchio Mazzetti d’Altavilla alle finali di altri due awards. A coronare i successi del 2019 il podio ottenuto in autunno a The WineHunter Award 2019 che hanno visto sfilare a Merano ben cinque distillati di Mazzetti d’Altavilla dei quali Riserva Segni ha ottenuto anche la massima votazione Platinum, accompagnata dalle medaglie Gold per la Grappa di Ruchè Barricata 7.0, per 1789, Grappa di Barolo con perfezionamento finale in botti ex Bourbon e il Gin oltre al riconoscimento Rosso per l’Amaro Forte.
Ma anche la prestigiosa Guida Bibenda, attraverso l’omonimo premio dei 5 Grappoli 2020, ha decretato l’eccellenza di Mazzetti d’Altavilla portando sul podio ben tre riserve: ancora una volta Segni accompagnata da 18.46 e Gaia Mazzetti. Poco prima del Natale sono arrivate anche la notizia della selezione, fra i finalisti della categoria Bevande dei Barawards per l’Innovazione dell’Anno 2019 – a firma di Bargiornale – degli Amari Forte e Gentile e del Bitter di Mazzetti d’Altavilla, a testimonianza del vasto gradimento di questi spirits entrati nel 2019 nella Collezione dell’azienda. Infine Riserva Gaia Mazzetti è risultata finalista ai Food and Travel Italia 2019 Reader Awards, pubblicati dall’omonima testata. L’anno era iniziato con i riconoscimenti internazionali: il premio Argento per il Bitter e i premi Bronzo per l’Amaro Gentile e per 1789, Grappa di Barolo con perfezionamento finale in botti ex Bourbon, all’edizione 2019 del prestigioso concorso britannico International Wine & Spirit Competition e le tre medaglie ancora per 1789, Grappa di Barolo con perfezionamento finale in botti ex Bourbon (Best Aged, World’s Best Grappa e World’s Best Grappa Design) ai World Grappa Awards.

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.