La scienza della pasticceria. La chimica del bignè. Le basi.

| 0 commenti

Non è esattamente un libro di cucina, perché l’indice non è strutturato in ricette. Non è neanche un libro puramente scientifico, perché le formule chimiche scarseggiano e il linguaggio ha un taglio scorrevole e giornalistico più che accademico. Potremmo definire La scienza della pasticceria come un libro che vuole racchiudere entrambi questi ambiti: un “libro di cucina scientifica”, come lo stesso autore lo definisce. Dario Bressanini, chimico, saggista e divulgatore scientifico, con questa pubblicazione va incontro ai bisogni di chi si diletta in cucina e desidera sapere come effettuare le diverse preparazioni, ma anche perché si debbano eseguire in un certo modo, quali principi chimici le regolano e quali fattori decisivi le possono influenzare.
Il libro si articola in cinque capitoli: Zucchero e zuccheri; Le uova; Latte, panna e burro; La farina; Aria e altri gas. Ogni sezione spiega proprietà fisiche e chimiche degli elementi base della pasticceria, le diverse tipologie, le principali reazioni chimiche che li coinvolgono e, solo infine, alcune ricette per mettere in pratica ciò che si è imparato. Se amate mettere le mani in pasta, ma siete anche curiosi di conoscere qualche trucchetto chimico utile in cucina, questo libro fa al caso vostro.
Titolo: La scienza della pasticceria. La chimica del bignè. Le basi.
Autori: Dario Bressanini
Editore: Gribaudo
Formato: 19 x 23
Anno: 2014
Pagine: 199
Prezzo: 19,90 €

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.