L’analisi sensoriale a difesa del Made in Italy

L’ultima edizione di Cibus ha intravisto uno spiraglio di luce per la ripresa del prodotto italiano nel mercato soprattutto internazionale, sostenuto dall’aumento dell’export confermato dalle stesse aziende produttrici. Una notizia certamente positiva, ma questo aspetto ha messo in evidenza anche un problema strettamente correlato al successo di un brand come …

Innovare sì, ma nel modo giusto

Il successo di un prodotto è, nella maggior parte dei casi, decretato dal consumatore, a meno che non si tratti di un concorso o una gara, in cui interviene una giuria composta da giudici più o meno esperti che valutano i campioni. Ma quali sono le caratteristiche che un prodotto …

Ma il bosco sa di balsamico o di terra?

Il perfezionamento delle mappe sensoriali, soprattutto nella parte che riguarda l’albero degli aromi, si sta rivelando di enorme efficacia nella formazione di giudici sensoriali e di narratori del gusto, nonché nella generazione di una descrizione dei prodotti capace di trovare rispondenza nel percepito della gente comune e quindi applicabile a …

La progettazione del prodotto e l’analisi sensoriale

Dire che un prodotto, un uso o una tecnologia sono tradizionali significa affermare che fanno parte della propria cultura.  Stabilire le proprie tradizioni comporta quindi in qualche modo definire chi siamo sottolineando le caratteristiche di sé che si desidera mettere in evidenza. Ma come definire tali caratteristiche? Sono ascritte in …

Non siamo il Paese del lusso, ma dell’eleganza: è ancora così per i vini?

Non siamo il Paese del lusso, ma dell’eleganza. E’ quanto affermò un giorno Gualtiero Marchesi, che in quanto a conoscenza dell’uno e dell’altra è fuori da ogni dubbio. La frase mi colpì non poco quando la udii e mi è tornata alla mente facendo la conoscenza sensoriale di alcune serie …

Perché viene l’acquolina in bocca

di Maria Cristina Dore Quante volte ci sentiamo attratti da un meraviglioso piatto di lasagne o un bel tiramisù sospinti non dalla fame, ma semplicemente richiamati dal suo profumo o dal suo aspetto, magari dal ricordo dell’ultima serata con amici o di un giorno di festa vissuto nell’infanzia? Il meccanismo …

Qualità percepita/qualità attesa: su questo rapporto la chiave del successo

Il mangiare è buono, il vino apprezzabile, il prezzo corretto, anzi, conveniente. Ma la cosa più importante: non ci si aspetterebbe di trovare un locale così in un posto così. I pubblici esercizi in prossimità delle stazioni non godono di buona fama e molte volte questa convinzione radicata nel vissuto …

A Vinitaly con gli specialisti dell’analisi sensoriale tra spirits e caffè

Due appuntamenti con il mondo degli spirits e quello del caffè: tornano Grappa & C. Tasting e Coffee Experience con decine di prodotti in assaggio per i visitatori di Vinitaly. A Vinitaly (Verona, 25-28 marzo) gli specialisti dell’analisi sensoriale tornano con due grandi banchi d’assaggio. Anche quest’anno i visitatori potranno infatti …

Analisi sensoriale: il 76% di quanti la usano dichiarano la loro soddisfazione

Una ricerca recentemente svolta da Apertamente in Italia ha messo in evidenza che il 76% di quanti usano l’analisi sensoriale ritengono che sia molto utile per l’azienda e il 24% la ritiene semplicemente utile, ma utile. E’ un dato appagante che fa emergere un quadro roseo per il futuro della …

Vini e grappe: la paura dentro, ma la responsabilità resta fuori

Avete presente quando il successo è bravura e l’insuccesso pura sfortuna? Se oggi provate a parlare con i commerciali di vini e grappe questa rappresentazione ha una frequenza di apparizione altissima. Se le vendite sono basse il motivo primario è la lotta all’alcol, la gente che non ha più soldi …