La riscoperta dell’agresto

Se del maiale non si butta via nulla, come dice il famoso proverbio contadino, nemmeno dell’uva si spreca alcun acino; e se da una parte questo incredibile frutto è in grado di generare “il nettare degli dei”, dall’altra ogni singolo componente può portare alla produzione di diversi tipi di condimenti …

Quanto piace la moda ecosostenibile?

Siamo soliti pensare all’analisi sensoriale come finalizzata alla percezione degli alimenti e alle sensazioni che proviamo durante la degustazione di piatti complessi e strutturati. In realtà non è proprio così, perché l’analisi sensoriale abbraccia ogni singolo aspetto e della nostra vita quotidiana, dagli ambienti in cui viviamo, agli abiti che …

Innovazioni culinarie: quando gli insetti arricchiscono sensorialmente i cibi dal gusto sgradevole

Negli ultimi anni abbiamo assistito sempre di più all’introduzione degli insetti all’interno della cucina occidentale (già ampiamente consumati nelle tavole africane e asiatiche). La loro principale caratteristica è l’elevato contenuto proteico che, unito a un profilo aromatico molto vario, li rendono un ottimo prodotto culinario. Per tali ragioni, un team …

Quanto è “saporito” il brodo di pollo?

Arriva la stagione fredda e con essa un piatto classico e immancabile sulle tavole di quasi tutto il mondo è proprio lui: il brodo di pollo! Caldo, “saporito” e ricco di nutrienti sono solo alcune delle caratteristiche base che troviamo nelle diverse preparazioni di brodo, anche se un ruolo fondamentale …

Non tutte le pesche sono uguali

La pesca, prodotta dall’omonimo albero Prunus Persica (L.) Batsch, è uno dei frutti più diffusi sul mercato che viene consumato in diverse forme e preparazioni (tal quale, confetture, pasticceria, sotto-spirito, ecc). Ogni cultivar, e ogni tipologia, ne possiede delle caratteristiche intrinseche e particolari che si trasmettono in complessi e variegati profili sensoriali. Pertanto, …

I profumi delle varie tipologie di miele

Non tutte le varietà di miele sono uguali; ognuna racchiude dentro di sé aromi e sentori che ne descrivono la loro storia, la natura delle lori api e il territorio in cui sono stati prodotti. Essendo l’analisi sensoriale del miele un’attività molto complessa, uno studio dell’Università di Jeddah, in Arabia …

La pre-fermentazione dei vini ne altera le qualità sensoriali?

Negli ultimi tempi abbiamo assistito a una rapida diffusione sul mercato di bevande a basso tenore alcolico. Da una parte le nuove rigide norme del codice stradale, che hanno abbassato il limite di tasso di alcolemia a 0.5g/L, dall’altra parte le abitudini alimentari a ridotto tenore calorico, hanno portato le …

I funghi Porcini sono tutti uguali?

È arrivato l’autunno, e con l’inizio della stagione fredda cosa c’è di più bello di andare a raccogliere i funghi, alla ricerca dei Porcini più pregiati, e cucinarsi un bel piatto a base di questi? Ma siamo proprio sicuri che anche tra le varietà più ricercate di questi non vi …

Statistica e analisi sensoriale: quando la curtosi è in grado di estrarre gli attributi dei prodotti

Una ricerca di proiezione basata sulla curtosi è un potente strumento per estrarre informazioni dall’analisi sensoriale. A dimostrarlo è stato uno studio dell’Università di Paraná, in Brasile, dove un gruppo di ricercatori ha effettuato un’analisi di ricerca della proiezione basata sulla curtosi per estrarre informazioni dagli attributi sensoriali della cachaça. …

Analisi sensoriale e ricerca-sviluppo: l’ottimizzazione delle bevande a base di melograno, melone e amla

Dalla sua nascita, l’analisi sensoriale si è sempre posta al servizio dell’innovazione di prodotto e della ricerca e sviluppo. Perché, diciamocelo chiaramente, un prodotto deve prima di tutto piacere al consumatore. Ed è per questo che, nel corso degli anni, si è sempre cercato di sviluppare metodi che potessero fare …