La biometria non invasiva al servizio dell’analisi sensoriale

I test di analisi sensoriale tradizionale si basano su risposte consapevoli e auto-riferite dai partecipanti. Se questi dati vengono integrati a quelli derivanti da tecniche biometriche non invasive, come la frequenza cardiaca, la temperatura corporea, le onde cerebrali e le espressioni facciali, si possono raccogliere più informazioni dai consumatori durante …

La pre-fermentazione dei vini ne altera le qualità sensoriali?

Negli ultimi tempi abbiamo assistito a una rapida diffusione sul mercato di bevande a basso tenore alcolico. Da una parte le nuove rigide norme del codice stradale, che hanno abbassato il limite di tasso di alcolemia a 0.5g/L, dall’altra parte le abitudini alimentari a ridotto tenore calorico, hanno portato le …

Il senso comune della qualità

Se mi avessero detto che 26 giudici provenienti da 11 nazioni diverse (Giappone, Svezia, Danimarca, Italia, Russia, Spagna, Slovenia, Australia, Cina, Stati Uniti, Taiwan) potevano trovare un accordo statisticamente provato nella valutazione di 113 caffè provenienti da 13 nazioni non ci avrei creduto. Invece le commissioni dell’International Coffee Tasting hanno …