Ricerche di mercato, tendenze sensoriali, nuovi metodi e analisi di prodotti
 

Supertasters: l’edizione zero

Pochi giorni fa si è svolta l’edizione zero del primo modulo del percorso Supertaster, una via complessa che si concentra sulla creazione di grandi donne e di grandi uomini  attraverso una formazione olistica che riguarda l’interezza della loro personalità, per farli entrare completamente dentro l’attività di giudici sensoriali, senza lasciare fuori dalla porta nulla che riguardi il processo della valutazione e della sua espressione. Come è andata? A vedere dai test di gradimento davvero molto bene, ma più di questi vogliamo cogliere la sintesi che ci ha scritto Angelo Gregio, un allievo che usa il suo bar per dispensare cultura e se stesso quale ambito di sperimentazione: “Mi è piaciuta molto la giornata di formazione. Il mio punto di vista è molto positivo per la qualità delle informazioni ricevute e per avere, oggi, degli strumenti su cui lavorare quotidianamente per migliorare la percezione (scrittura, descrizione, gli errori che compio durante l’assaggio). Anche i tempi mi sono sembrati equilibrati, lezione e pause mi hanno aiutato a mantenere la concentrazione per la durata del corso. Ho avuto il cedimento nei test a domande, dovuto allo scarso studio negli anni scolastici. L’ obbiettivo per i prossimi mesi è aumentare la capacità di esprimere quel che percepisco in vocaboli (grazie per le due pagine al giorno di vocabolario) e in forma scritta. In conclusione penso che sia una formazione professionale con una solida base umana e in questo periodo è tanta roba.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.