Sensory News

18 October 2017
by Redazione
0 comments

Degustazione storica: viaggio nelle diverse epoche del caffè

Alla fiera di Host 2017, Caffè Milani sarà presente con uno stand dall’allestimento inedito e offrirà un’esperienza decisamente originale: proporrà, infatti, un percorso nella storia del caffè realizzato con il contributo dell’Istituto Internazionale Assaggiatori Caffè. Si tratta di una vera e propria degustazione storica, dove caffè e metodi di estrazione spazieranno dal ‘900 ai giorni d’oggi, un excursus sulla storia del caffè nelle diverse epoche e secondo i molteplici metodi di preparazione.
L’Espresso, simbolo del made in Italy, oggi non possiede lo stesso aroma di quello che erano soliti sorseggiare i nostri bisavoli. Che sapore aveva il caffè nel passato e quale sarà quello del futuro? Per rispondere a domande come queste e per comprendere come si è ottenuta, negli anni sessanta, la tazzina con la caratteristica crema color nocciola, un corpo avvolgente e un aroma intenso che persiste all’olfatto e al gusto, Caffè Milani recupera dalla propria collezione ed espone le macchine di tre epoche diverse, rappresentative di tre cambiamenti fondamentali. Sono state anche ricostruite le miscele che erano usate in passato. Caffè Milani, per l’occasione, ha realizzato una rapida guida che i visitatori potranno utilizzare come vademecum per orientarsi attraverso le tappe proposte, con approfondimenti su ciò che avviene nel mondo del caffè per ogni epoca.
Inoltre per chi volesse fare esperienza in prima persona di un percorso guidato lungo la filiera del caffè che conduce dalle drupe alla tazza, dal caffè verde alla tostatura fino ai diversi metodi di estrazione – sia da bar sia domestici – sabato 21 ottobre, ore 14.30, Caffè Milani dispone un bus – andata e ritorno – da Fieramilano Rho, sede di Host17, verso lo stabilimento di Lipomo (CO), per visitare uno dei più importanti musei dedicati alla formazione e alla diffusione della cultura del caffè, recentemente inaugurato, l’Esposizione Caffè Milani.

18 October 2017
by Redazione
0 comments

Un nuovo corso da Brand teller presso Sartori Wine Shop

Il 3 novembre 2017 si terrà presso Sartori Wine Shop il corso per Brand teller organizzato da Casa Vinicola Sartori, un’azienda di successo dalla vocazione internazionale che realizza la maggior parte del suo fatturato in più di 50 paesi. Sartori, azienda con sede a Negrar, ha sempre premiato e valorizzato il suo territorio, lavorando esclusivamente sui vini classici veronesi: Valpolicella, Soave, Bardolino, Bardolino Chiaretto, reinterpretati in chiave elegante e personalizzata. Una realtà innovativa che vanta di una forte attenzione per il territorio e i suoi prodotti dall’eccelsa qualità.
L’azienda ospiterà nel Wine Shop di Pedemonte il corso Brand teller che costituisce la dimostrazione di come la comunicazione dei prodotti e dei loro territori, eseguita mediante la relazione diretta con i clienti, possa essere innovata diventando più efficace, perché coinvolgente e divertente. Il programma è basato sui segmenti formativi realizzati dal Centro Studi Assaggiatori per i Narratori del gusto, partendo dalla base di rigore della psicologia sensoriale.
Per ulteriori informazioni scaricare la locandina.

18 October 2017
by Redazione
0 comments

Emozioni dal Mondo 2017: bevi il tuo territorio e sarai sano!

Si preannuncia ricco di spunti interessanti e innovativi il convegno tecnico scientifico che, come da tradizione, concluderà il 13° concorso enologico internazionale Emozioni dal Mondo Merlot e Cabernet Insieme. Sabato 21 ottobre 2017 alle ore 9,00 presso la sala Mosaico della Camera di commercio di Bergamo saranno presentati cinque interventi che ruoteranno intorno allo stretto legame che intercorre tra vino, territorio e salute.
Ad aprire i lavori la professoressa Rachel Radmilli del dipartimento di antropologia dell’Università di Malta con un intervento dal titolo Vino: la negoziazione del gap tra natura e cultura. A seguire un innovativo punto di vista sulla relazione vino-salute: il professor Kevin Schembri del dipartimento di genetica e comunicazione cellulare dell’Università di Malta esporrà una relazione sul tema Xenohormesis e altri benefici del mangiare locale. L’interazione tra il microcosmo del terroir e il microcosmo umano: un beneficio per la salute? è il titolo scelto dal professor Pierre Courjault-Radé del dipartimento di geoscienza ambientale dell’Università degli studi di Tolosa. Il dottor Gian Paolo Braceschi del Centro Studi Assaggiatori di Brescia relazionerà sul tema Come misurare la coerenza sensoriale dei vini con il territorio fornendo l’interessante punto di vista dell’analisi sensoriale sulla questione. Andrea Casadei di Grow The Planet presenterà in anteprima il progetto Valcalepio Wine Ambassador. A conclusione ai presenti verrà offerta un’occasione imperdibile: la presentazione in anteprima e direttamente dall’autore del nuovo testo del professor Mario Fregoni Le viti native americane ed asiatiche. Prontuario dei Portinnesti e delle varietà.
Al termine del convegno verranno ufficializzati i vini vincitori del concorso Emozioni dal Mondo Merlot e Cabernet Insieme. La partecipazione all’evento è gratuita e il convegno è aperto al pubblico.

18 October 2017
by Redazione
0 comments

Casa Martini inaugura la sua nuova terrazza

In data 4 ottobre è stata presentata la rinnovata Terrazza Martini di Pessione, vivace punto d’incontro del territorio situato nella palazzina storica della sede produttiva di Martini & Rossi. Punto di incontro fondamentale per chi lavora nel Gruppo Bacardi, di cui Martini & Rossi fa parte dal 1993, e per ospiti di ogni genere, a seguito del restyling, la location rappresenta il fil rouge tra tradizione e futuro dell’azienda e sede per manifestazioni, eventi e conferenze.
Video art delle pubblicità che hanno fatto la storia di Martini, spazio delle spezie, dove protagoniste sono l’artemisia e le piante aromatiche che si utilizzano per produrre il vermouth, le tradizionali boiserie a muro rivisitate in chiave moderna, nuove poltrone papilio: sono solo alcune delle novità del progetto di interior design seguito dalla direzione lavori di Roberto Carella e dal coordinamento di produzione di Sabina Beckert, per il restyling di Terrazza Martini, senza dimenticare il nuovo lighting design realizzato da Paola Urbano che mira a valorizzare le ambientazioni attraverso cornici luminose cangianti. Casa Martini è il tassello di un’esperienza composita caratterizzata da 8 diversi spazi: terrazza, lounge bar, bar academy, botanical room, old laboratory, mondo Martini, museo di storia dell’enologia e Martini store.
La galleria storica Mondo Martini è stata inaugurata alla fine del 2005 dopo dieci anni di lavori di ricondizionamento dell’archivio storico e approfondite ricerche sui documenti d’epoca. Il risultato è stato l’elaborazione di un percorso dettagliato e completo che mette in scena una storia di oltre 150 anni, fatta di uomini, passioni e intuizioni che hanno reso grande l’azienda e il brand. È un museo di impresa, dove l’heritage diventa un importantissimo valore aggiunto. Mondo Martini è uno spazio in continua evoluzione con nuovi allestimenti interattivi e digitali, come il barman wall, un’area di realtà virtuale nella quale il visitatore può immergersi e interagire con i più noti barman e scoprire i segreti dei cocktail più famosi di tutti i tempi.

13 October 2017
by Redazione
0 comments

Coffee(R)Evolution? Può essere la volta buona

_MG_3671_bn_optSe è vero che tutte le rivoluzioni cominciano dalla testa della gente, l’evento organizzato dai fratelli Bazzara lo scorso 7 ottobre potrebbe costituire il detonatore per un cambiamento non cruento, ma epocale. Perché a Coffee(R)Evolution di teste ce n’erano tante: una cinquantina nella bella accademia triestina, tanto da renderla gremita, e alcune centinaia che seguivano le relazioni in streaming.
Dopo l’introduzione di Franco Bazzara, con la regia di Mauro Bazzara, uno dopo l’altro hanno parlato, per la sezione Espresso/R/Evolution, Giorgio Grasso, consigliere di amministrazione Arc, trattando il tema Evoluzione del mercato e del caffè verde in Italia e all’estero. A seguire Paolo Levi, Ad e Coo Pacorini Silocaf, con il tema Riflessioni sulla logistica del caffè verde, poi Luigi Odello, presidente Iiac, con La Revolution nel mondo dell’Espresso Italiano e infine il conte Giorgio Caballini di Sassoferrato, presidente del Consorzio di tutela del caffè espresso italiano tradizionale, con l’argomento L’Espresso Italiano che entra a far parte del patrimonio dell’Unesco, una tappa fondamentale nell’evoluzione culturale del comparto caffè. Per la sezione Bar/R/Evolution hanno preso la parola Luigi Morello, direttore Mumac – Gruppo Cimbali, con la trattazione dell’argomento Nei luoghi dell’espresso la macchina del caffè si evolve in oggetto di culto, segue poi Sergio Barbarisi, general manager BWT Italia, con il tema La guerra del futuro sarà la guerra dell’acqua anche nei bar?, infine chiude il cerchio Flavio Urizzi, export manager Astoria, raccontando di The coffee Machine/R/Evolution. Ultima ma non meno importante la sezione Academy/R/Evolution dove ha preso parte Mauro Bazzara, Ad Bazzara Espresso, trattando l’argomento Dai nuovi approcci alla formazione allo sviluppo dei nuovi centri formativi, seguito da Andrea Lattuada, titolare 9 bar, con l’Esprerienza di un maestro formatore italiano in Cina e infine Cristina Caroli, coordinatrice nazionale Sca Italia, portando il tema Sca, la grande voce della Coffee/R/Evolution: qualificarsi è il nuovo must.
Una serie di relazioni che non ha lasciato zone d’ombra nel mondo del caffè e che, in estrema sintesi, ha messo in evidenza le grandi opportunità che ci sono per tutti gli operatori per avere successo in Italia e nel mondo, purché imparino a cooperare nel segno della qualità desiderata da un consumatore che sta evolvendo con la velocità della luce. Le parole d’ordine sono quindi ricerca, innovazione e formazione.
Un summit che ha riscontrato un elevato gradimento da parte di tutti i presenti per quanto concerne le tematiche scelte e i relatori chiamati a trattarle, e che si è concluso con la consegna del premio “Trieste Coffee Experts – Personaggio dell’anno del caffè” – ideato dai fratelli triestini per premiare chi, attraverso passione, grinta e competenza si è dimostrato in grado di indicare la rotta da seguire all’intero reparto – consegnato per mano del presidente del consiglio regionale Franco Iacop a Luigi Odello.
Potete prendere visione dei momenti significativi della giornata attraverso questo video.

13 October 2017
by Redazione
0 comments

Tutto su Astoria a Host 2017

unnamed(3)Anche quest’anno Astoria prenderà parte a Host, la fiera biennale di riferimento per l’intero settore food & beverage.
Lo stand Astoria (G51-G61, padiglione 24) sarà l’unione di tre diverse aree, rappresentative ognuna di una diversa tipologia di macchine per caffè che compongono l’offerta del brand. Accanto alle tradizionali come Plus 4 You TS, potenziata con il vapore secco, la vintage dai tratti eleganti Sabrina, la moderna dal design funzionale Core600, la macchina a leva della famiglia Astoria, Rapallo, e la compatta e versatile Greta, si affiancheranno infatti le superautomatiche, oltre a una sorprendente nuova arrivata. HYbrid e  Drive6000 infatti avranno un loro corner interamente dedicato, in cui sarà possibile testare l’intuitività del display touch di questi modelli, adatti a un target anche di non esperti, grazie a un’interfaccia molto simile a quella degli smartphone con icone che guidano il barista passo dopo passo sia nell’erogazione che nella gestione delle macchine.
Tra le innovazioni principali associate non solo a HYbrid, ma anche a Core600 e alla nuova arrivata, la piattaforma IOT (Internet of Things), il Cloud Astoria in cui è possibile collegare contemporaneamente diverse macchine e avere accesso a dati statistici che le riguardano. Stato di attività, avvisi legati al funzionamento, contatori delle bevande erogate in ogni gruppo, grafici dei consumi in uno specifico arco temporale, avviso automatico al Service per la manutenzione e moltissime altre funzionalità che verranno illustrate nel dettaglio durante la fiera.

13 October 2017
by Redazione
0 comments

Cenacolo del caffè: incontri del venerdì a Trieste

MctL’Associazione Museo del Caffè di Trieste, una nuova realtà culturale e associativa dedicata al variegato mondo del chicco di caffè, promuove un calendario di appuntamenti con l’obietivo di divulgare la cultura sul caffè.
Con il supporto conoscitivo di eruditi esperti del settore si affronteranno tematiche e aspetti meno noti di questa bevanda aromatica attraverso un ciclo di incontri dal titolo Cenacolo del caffè: incontri del venerdì a Trieste.
Per ulteriori informazioni scaricare la locandina.

11 October 2017
by Redazione
0 comments

Emozioni dal Mondo: Merlot e Cabernet Insieme

EdmA poco più di quindici giorni dalla kermesse bergamasca che da tredici anni a questa parte riunisce a Bergamo vini Merlot, Cabernet e loro tagli dai quattro angoli del mondo sono state rese note le location che ospiteranno gli oltre 60 ospiti italiani e stranieri coinvolti nelle degustazioni.
A ospitare le degustazioni delle commissioni chiamate a valutare i campioni del concorso enologico internazionale Emozioni dal Mondo Merlot e Cabernet Insieme sarà infatti, il prossimo 20 ottobre, la Corte Berghemina, location d’eccellenza che affaccia sul recentemente restaurato Castello di Pagazzano. Un luogo in grado di unire nella stessa location l’antico fascino del castello e i comfort delle moderne attrezzature.
Ma gli organizzatori hanno pensato anche al pubblico: sabato 21 e domenica 22 ottobre verrà aperto al pubblico un banco d’assaggio dedicato ai vini vincitori in un’altra location storica d’eccezione: la sala posta sopra Porta Sant’Agostino in Bergamo Alta. Il banco d’assaggio dei vincitori, che sarà accompagnato da una speciale edizione di BereBergamo e vedrà quindi affiancarsi ai vini medaglisti da Emozioni dal Mondo anche quelli delle aziende del Consorzio Tutela Valcalepio, aprirà al pubblico sabato 21 ottobre dalle 15 alle 19 e domenica 22 ottobre dalle 11 alle 19.

11 October 2017
by Redazione
0 comments

Ingresso gratuito a Host 2017 per i soci Iiac

Host2017 IiacTorna dal 20 al 24 ottobre prossimi Host, la più grande fiera al mondo dedicata all’ospitalità, che rappresenta anche il punto di riferimento per il coffee business internazionale.
Grazie all’accordo tra l’Istituto Internazionale Assaggiatori Caffè (Iiac) e Host 2017, i soci Iiac avranno diritto all’ingresso gratuito in manifestazione. Un’occasione rilevante per toccare con mano le novità del settore, sfogliare di persona le nuove edizioni di Espresso Italiano Tasting (in italiano e in inglese) e godersi le semifinali internazionali e la finalissima internazionale di Espresso Italiano Champion 2017 organizzato dall’Istituto Nazionale Espresso Italiano (Inei).
Lo Iiac sarà presente in fiera insieme a Inei nel pad. 22 allo stand T32.
I soci Iiac riceveranno nelle loro e-mail il codice invito per scaricare il biglietto d’ingresso.