Sensory News

22 giugno 2017
by Luigi Odello
0 comments

Ascoltare il vino

Ascoltare il vinoSe chiedete a uno scolarizzato del gusto occidentale cosa sente in un vino, immediatamente la sua mente corre a un elenco di termini appresi che poi va a confrontare con quanto gli evoca il prodotto.
Il suo collega orientale non fa così: prende un sorso di vino, libera la mente e attende che il vino gli parli.  Il risultato è soprendente, non tanto per la quantità di descrittori che riesce a esprimere, quanto per il singolare allineamento semantico che riesce ad avere con il colleghi.
Su questo fatto c’è davvero da riflettere per la progettazione di percorsi formativi alternativi di giudici sensoriali e sommelier, ma anche sul diverso livello di gratificazione che può dare un vino – o qualsiasi altro prodotto ad alto contenuto edonico – se la mente fosse ben preparata nella decodifica del suo carattere.

22 giugno 2017
by Redazione
0 comments

Chocolate Academy Centre Milano

1SimionatoComaschioCappellini2bIn data 13 giugno nel cuore di Milano si è tenuta la press preview per l’apertuta della Chocolate Academy Centre Milano di Barry Callebaut che sarà diretta dal campione del mondo Davide Comaschi. La sede è operativa da qualche giorno ed è luogo di ritrovo di tecnologie e macchinari avanzati che incontrano la cultura italiana dell’artigianalità del cioccolato.
Barry Callebaut, azienda leader mondiale nella fabbricazione del cioccolato di alta qualità e di prodotti a base di cacao, inaugura con il maître chocolatier vincitore dei World Chocolate Masters 2013 Davide Comaschi il primo Chocolate Academy italiano. Il Center sarà punto di riferimento della cultura del cacao, pensato per quei professionisti che desiderano migliorare le proprie competenze nel campo del cioccolato imparando nuove tecniche e ricette, guidati da un team di professionisti.

L’offerta formativa dell’accademia prevede anche corsi per gli appassionati del mondo del cioccolato che vogliono conoscere meglio questo straordinario prodotto e approfondire la storia e la cultura del cacao.

15 giugno 2017
by Redazione
0 comments

Accademie: strutturarsi a livello scientifico

Diapositiva1Conoscere nuove realtà per mettere in discussione la propria autorevolezza e la necessità di strutturarsi ancora di più a livello scientifico, queste sono le parole di Kaori Ito, direttrice della Carpigiani Gelato University, durante la Conferenza delle Accademie Food & Beverage svolta il 4 maggio presso Mumac Academy con la collaborazione dei Narratori del gusto e il patrocinio dell’International Academy of Sensory Analysis.

Al link potrete trovare l’intervista completa relativa all’argomento accademie, realizzata da Bazzara communication (riprese e video editing di Jorge Muchut, marketing@bazzara.it).

15 giugno 2017
by Redazione
0 comments

Food conferenze next generation chef

IMG_9438In data 2 e 3 giugno si è tenuta a Parma durante il Gola Gola Festival la prima Food Conference Next Generation Chef che aveva il compito di palare di cibo e sostenibilità grazie al patrocinio di Alma la Scuola Internazionale di Cucina Italiana.

Il 2 giugno si è svolto il primo convegno dove 20 relatori chiamati a parlare di sosteniblità hanno presentato le loro relazioni: i nostri Gian Paolo Braceschi e Novella Bagna hanno presentato una relazione sul tema parlando di sostenibilità e di analisi sensoriale attraverso il concetto di qualità attesa e percepita da parte del consumatore.

15 giugno 2017
by Redazione
0 comments

Antenore Toscani: Il Centro Studi Assaggiatori ha perso uno dei suoi giudici migliori

Antenore ToscaniLa scorsa settimana si è spento Antenore Toscani, da anni giudice sensoriale del Centro Studi Assaggiatori e past president dell’Adid di cui è stato socio fondatore.
Galantuomo, sempre pronto a intervenire per dirimere ogni controversia con il buon senso, cordiale e intelligente, sotto il profilo professionale era giunto nel nostro mondo per passione diventando un sommelier competente, un grande assaggiatore di grappa e un bravo giudice di analisi sensoriale.
Di portamento elegante, l’abbiamo avuto insieme in eventi importanti (ricordiamo ancora la cena degli auguri di Natale a Montecitorio) e in centinaia di test di analisi sensoriale dove non di rado  primeggiava per efficacia. Siamo certi che ogni volta che vedremo il suo posto vuoto proveremo un senso di malinconia, ma anche quel senso di serenità che lui stesso sapeva ispirare.

7 giugno 2017
by Redazione
0 comments

Stiamo diventando anosmici

portrait-2308893_640In Inghilterra nel 2016 sono state calcolate tre milioni di persone affette da anosmia, in Italia il dato non è ancora certo. La perdita del senso dell’olfatto sarebbe un cambiamento non poco rilevante se colpisse la maggior parte della popolazione mondiale.
Durante una visita in cantina provate ad addentrarvi nell’argomento ponendo attenzione al raccono del vino stesso. Vi siete mai ritrovati ad ascoltare una decantazione di un determinato prodotto in cui la terminologia utilizzata si racchiudeva nella sfera dei descrittori edonici e in quattro parole come elegante, pulito, delicato ed equilibrato veniva descritta la bevanda? Il vino può essere solo questo? Andando più a fondo ci si accorge che non si tratta solo di mancanza di percezioni sensoriali ma piuttosto di mancanza di comunicazione. Le sensazioni visive, gustative-tattili e olfattive scompaiono fino al momento in cui il bicchiere non deve essere paragonato a un prodotto simile e magari qui subentrano descrittori visivi e gustativi se si è fortunati. Se uno dei due vini presi in esame presenta bollicine di dimensioni differenti viene sottolineato oppure semplicemente perchè viene percepito più dolce uno dei due prodotti, ma l’olfatto non arriva mai al centro dell’attenzione.
Certamente si può parlare di denominazioni e quindi di aree ben definite per classificare un prodotto, ma allo stesso tempo si può parlare di singoli prodotti o di singoli produttori perchè ognuno di loro racconta un’eccellenza e i racconti dei singoli non devono essere resi ermetici dove solo gli addetti del settore si capiscono tra loro. È possibile scappare all’anosmia del mondo enogastronomico imparando a narrare prodotti e territori con le tecniche innovative ed efficaci di comunicazione dei Narratori del gusto.

7 giugno 2017
by Redazione
0 comments

Alla scoperta del caffè con Jolly Caffè

IMG_20170528_115154_optJolly Caffè domenica 28 maggio ha proposto nella cornice di Serre Torrigiani in Piazzetta a Firenze un percorso sensoriale per adulti e bambini.
Gli adulti hanno potuto assaggiare il caffe? in degustazione e attraverso l’uso della mappa sensoriale redatta dall’Istituto Internazionale Assaggiatori Caffè e con l’aiuto di esperti di Jolly Caffe?, giudici sensoriali presenti in loco, hanno potuto indentificare gli aromi presenti nei caffè assaggiati.

Nelle ore centrali della giornata sono stati proposti molti giochi sensoriali per i bambini che li hanno coinvolti in un viaggio alla scoperta di questo prodotto d’eccellenza del made in Italy.

7 giugno 2017
by Redazione
0 comments

Credere nelle eccellenze

SavoiaElena Cerutti dell’associazione Le Terre dei Savoia, durante il workshop La cattedra delle eccellenze, svoltosi a Milano il 13 febbraio presso Nctm Studio Legale, racconta dell’eccellenza identificata dalla tradizione e dal credo di coloro che la promuovono e la valorizzano.

Al link potrete trovare altre interviste sull’argomento eccellenze, tutte realizzate da Presspot (interviste Diego Odello, operatore Alessandro Bremec, montaggio e post produzione Ivan e Luca Lemma, info@presspot.it).

30 maggio 2017
by Redazione
0 comments

La Conferenza delle Accademie Food & Beverage

cofIn Italia sono sorte, in seno ad aziende lungimiranti, più di trecento scuole che operano per la crescita del settore alimentare e fungono da mediatori culturali per il made in Italy in tutto il mondo. Trasferire il più alto livello di conoscenze relative all’arte, all’enogastronomia, alla ricerca e all’innovazione non è semplice e la buona volontà e la passione da sole non sono sempre sufficienti.
Ecco quindi la prima discussione in merito avvenuta durante la Conferenza delle Accademie Food & Beverage tenutasi a Mumac Academy (Binasco) il 4 maggio, con la collaborazione dei Narratori del gusto e il patrocinio dell’International Academy of Sensory Analysis, dove si sono condivise situazioni e idee, sono stati elaborati insieme progetti per una crescita futura e si sono generate relazioni per diventare più efficaci.
L’evento ha avuto una forte risonanza tra le accademie che il percorso continuerà tra le varie realtà che hanno dimostrato di avere raggiunto l’eccellenza e di essere condotte con criteri scientifici e con grande serietà.
Per prendere visione del video cliccare qui.