È minerale, lo senti?

L’avete mai sentito il “minerale” nei vini? Forse sì, ma non l’avete chiamato così. Ma c’è? E se c’è è un pregio? A che cosa è dovuto? Come si legge? Tante domande per una parola che riempie la bocca di chi del vino se ne intende, o comunque desidera fare …

Aperte nuove prospettive sullo studio della psicofisiologia all’Università di Pisa

Sono stati in 15 a salire sul podio all’Università di Pisa per trattare la psicofisiologia della percezione nell’ambito del secondo modulo del master organizzato dall’International Academy of Sensory Analysis. In analisi sensoriale si continuano a proporre metodi, a codificarli minuziosamente e a dotarli di strumenti statistici sofisticati. Tutto ciò è …

Università di Pisa: tra psicofisiologia e neuroscienze, un evento unico

Avete mai fatto un corso in cui una decina di professori sono contemporaneamente in aula per trasferire la conoscenza su un argomento, ognuno per la parte in cui è specialista?Succederà a Pisa, dove verrà trattata la psicofisiologia in modo innovativo. Perché la percezione è sì una funzione del cervello e …

Il cantiere del cibo, non solo per innovatori

A Pisa, al Museo del Calcolo, si è svolto la scorsa settimana, in presenza, uno dei convegni più interessanti su ricerca, tecnica, innovazione e cultura gastronomica. Diretto da Angela Zinnai con la collaborazione di Francesca Venturi e del personale del Dipartimento di scienze agrarie, alimentari e agro-ambientali dell’Università di Pisa, …

Un po’ polemico, sicuramente critico, ecco L’Assaggio 76

Questo numero inizia con quattro articoli a pH acido sul sempre più frequente gioco del marketing che tenta di volgere difetti conclamati in virtù. Ma presto entra nei percorsi virtuosi dell’analisi sensoriale che consentono di ottenere, con poco dispendio di risorse, risultati impiegabili dalla produzione al marketing, per poi passare …

Come un difetto diventa pregio

A chi non è capitato di vedersi proporre come una novità o un’assoluta prelibatezza un alimento o una bevanda palesemente difettati, spesso accompagnati da una descrizione volta a rappresentare il difetto tecnologico come l’elemento distintivo e addirittura nobilitante il prodotto? Un osservatore esterno, tipo il classico Tarzan figlio della giungla, …

Giulia Fornaciari: un cervello in fuga

Non si è laureata a Londra, dove opera, come parrebbe dalla foto, ma all’Università Statale di Pisa, con relatore la prof. Francesca Venturi e correlatore la prof. Chiara Sanmartin. Giulia Fornaciari ha conseguito la laurea magistrale in Biosicurezza e qualità degli alimenti con una tesi dal titolo Analisi chimiche e …

In uscita L’Assaggio Primavera 2021

Vi siete mai chiesti se assaggiatori si nasce o si diventa? E si può fare sentire l’aroma via web? Vi piacerebbe avere qualche riferimento per gustare i migliori caffè del mondo? Con il nuovo numero de L’Assaggio la curiosità può spingersi ben oltre, perché tratta dei vini naturali, della grappa …

Cibo per la mente

Aromi naturali che agiscono da dissuasori, esperimenti di sinestesia, passaporti di prodotto per combattere la contraffazione, “antidoti” contro le fake news alimentari, nutraceutica, brand identity, sperimentazioni enologiche, questi sono solo alcuni degli argomenti affrontati venerdì 4 dicembre dalle ore 9, nel convegno internazionale dal titolo: Cibo per la mente: competenze, …

Degustare la musica ascoltando il vino

Al workshop dei Narratori del gusto e dell’International Academy of Sensory Analysis che si è tenuto il 6 dicembre presso Casa Martini (Piazza Luigi Rossi 2, Pessione – TO) dal tema Gli accordi del piacere si è visto un intervento di Francesca Venturi, Università degli Studi di Pisa, del quale riportiamo di seguito …