Ricerche di mercato, tendenze sensoriali, nuovi metodi e analisi di prodotti
 

Corso di giudice qualificato e Trainer aceto balsamico

Che significa diventare un giudice qualificato? Significa vivere di una percezione aumentata nei confronti della realtà perché si conoscono i meccanismi con i quali il cervello elabora gli stimoli e come gli organi di senso li prelevano e li inviano. Ma c’è di più: si impara a usare un metodo che porta alla generazione di dati che rendono affidabile, attendibile ed esaustivo la descrizione della percezione. Nel caso in questione il fascino del corso – che sostanzialmente migliora la qualità della vita perché permette di acquisire un nuovo approccio verso la realtà – è aumentato dal prodotto, l’aceto balsamico. Stuzzicante al primo approccio, quasi scostante, per poi esprimere, su un fondale dolce, un aroma decisamente complesso che si articola in un nugolo di note che vanno dal fruttato allo speziato passando per la pasticceria. E in questo profilo il giudice sensoriale impara a comprendere la qualità delle materie prime che sono state impiegate e la maestria con la quale sono state unite per generare – o non generare – accordi di piacere.

I tre giorni di corso, secondo la metodologia dell’Associazione Italiana Balsamico, saranno tenuti a Modena nei giorni 12, 13 e 14 gennaio 2022.

Per informazioni: giulia.spinoni@goodsenses.it; telefono 030381558

Per scaricare la locandina dei corsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.