Ricerche di mercato, tendenze sensoriali, nuovi metodi e analisi di prodotti
 

Il vino nello spazio

Come diventa un vino che sta nello spazio per un anno? Immaginiamo l’invidia provata dai milioni di enofili quando hanno saputo che una dozzina di sommelier francesi hanno stappato bottiglie di un Petrus Pomerol che erano state per 365 giorni nello spazio e le hanno confrontate con le sorelle rimaste a terra. Stando a quanto riporta la rivista Esquire dalla quale abbiamo tratto la notizia l’aroma evidenzia petali di rosa e un non meglio precisato sentore di falò. Tutto sommato viste così le cose non sembra che lo spazio abbia arrecato una caratterizzazione spinta, ma i degustatori sono rimasti lo stesso impressionati. Non sappiamo se siano state impiegate le regole scientifiche dell’analisi sensoriale che avrebbero di certo messo in luce se le differenze, in un test assolutamente alla cieca, sono significative.

Il video completo sul nostro canale YouTube. Potrete leggere molto altro inerente alle scienze sensoriali su L’Assaggio. Attivando il link potrete ricevere un numero gratis in formato elettronico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.