Ricerche di mercato, tendenze sensoriali, nuovi metodi e analisi di prodotti
 

Analisi strumentale per sensorialisti

“Se lo dice la chimica è vero, se lo dice la sensoriale ne parliamo.” In questa frase lapidaria è racchiuso il pensiero comune che rappresenta la massima afflizione per i sensorialisti e uno dei più grandi limiti alla diffusione e alla corretta applicazione delle scienze sensoriali. Le sue origini sono lontane e profonde.
L’uomo – volendo intendere con questo termine l’umanità – è costantemente alla ricerca di certezze e, da quando ha scoperto che può dare una dimensione alla materialità, ne è rimasto così affascinato da farne un mito capace anche di contrastare l’esigenza della religione.
Così persino la ricerca per riuscire a identificare e misurare qualsiasi cosa, dall’infinitamente piccolo all’infinitamente grande, ha avuto un grande sviluppo generando falangi di specialisti che ci lavorano per una vita e, parallelamente, un business di alto livello.

Per saperne di più, è possibile leggere l’intero servizio su L’Assaggio 80 in uscita a dicembre. Per ricevere gratuitamente il numero in pdf potete iscrivervi tramite il seguente link.

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *