Ricerche di mercato, tendenze sensoriali, nuovi metodi e analisi di prodotti
 

Vini per momenti speciali

_DSC0008_optUn momento speciale merita un grande vino, ma per essere tale non necessariamente è richiesta l’apertura di un mutuo in banca, quanto piuttosto avere la preparazione necessaria per sceglierlo.
In questo può esserci di notevole aiuto il lavoro di Gabriele Righetti che si è laureato a Udine in Viticoltura ed Enologia giusto la settimana scorsa.  Nella sua tesi – relatore Roberto Zironi, correlatore Luigi Odello – ha preso in considerazione la nicchia di quelli che un tempo venivano chiamati vini da dessert, ma che con il cambio delle abitudini del consumo del vino hanno esteso l’arco temporale della loro fruizione.
Rappresentano solo una nicchia nel panorama enologico, ma stanno crescendo e si sentiva proprio la mancanza che qualcuno li riprendesse in considerazione. Il dottor Righetti l’ha fatto alla grande, trattando del loro inquadramento legislativo, dei principali (dai Sauternes al Tokay passando per Picolit, Vin Santo, Recioto e altri ancora) e, soprattutto, dedicando ampio spazio alla sensorialità, sia quella valutata da giudici esperti, sia quella espressa dai consumatori. Sono proprio le centinaia di test elaborati con cura a mettere in evidenza la possibilità di crescita dei vini speciali. Ora la palla passa ai produttori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.